• porte per dividere ambienti cucina

1) La zona giorno di ampie dimensioni va suddivisa con porte scorrevoli in vetro.

Per separare grandi ambienti come ad esempio dividere soggiorno e cucina è consigliabile l’utilizzo del vetro per non ostruire la vista, mantenendo inalterata l’atmosfera "open space" e definendo al tempo stesso una divisione degli spazi.
Tutti gli ambienti della casa, a cominciare dalla zona living, diventano così più ampi e accoglienti. Si ha la possibilità di non dipendere dallo stile della porta scorrevole avendo maggiore libertà per arredare il tutto, aumentando anche il livello di comfort dal punto di vista sonoro e degli odori in cucina. Per questo tipo di suddivisioni si scelgono le porte scorrevoli senza binario a terra, liberando del tutto, in qualsiasi momento, l’apertura che mette in comunicazione i due ambienti.

2) Attenzione allo stile e alle decorazioni per porte.

Le porte emergono come il primo arredo di un’abitazione, definendone lo stile, il modo di vivere e la tonalità. Oltre a decidere per una porta decorata scorrevole con o senza stipiti, c’è anche la possibilità di personalizzarla completamente su misura. In questo caso, consigliamo di prediligere dei disegni per porte neutri ma allo stesso tempo con personalità. Le ante che le compongono possono avere un profilo in alluminio perimetrale, per una linea pulita ed essenziale, di grande modernità, oppure possono essere tutto vetro, per mimetizzarsi e lasciare il resto dell’arredo come protagonista.

3) Il colore del vetro per ante scorrevoli è importante.

Si possono scegliere le finiture per porte che meglio si abbinano al contesto dei locali: profili in alluminio o verniciati e porte in vetro trasparenti, fumé, bronzati o satinati per schermare e nascondere all’occorrenza un ambiente. La scelta meno invasiva e più neutrale è la classica anta a specchio anche su misura, riflettente per la cabina armadio nella zona notte e l’anta satinata o trasparente per la zona giorno.

4) Incassare le porte scorrevoli a scomparsa per recuperare spazio.

La suddivisione degli spazi ottenuta con le porte a scomparsa è sinonimo di funzionalità e salvaspazio. Per dividere il bagno dalla camera o la zona giorno da la zona notte si consiglia di predisporle in fase di progettazione o ristrutturazione istallando un controtelaio per porte ad incasso.

5) Dividere due ambienti con eleganza.

Per gli amanti della linearità e del minimalismo spesso si sceglie di incassare il binario del'anta scorrevole all’interno del controsoffitto, riuscendo quindi a dividere gli ambienti con porte a tutta altezza terra-soffitto, senza elementi a vista per gli ambienti raffinati e moderni.

Richiedi Informazioni

Acconsento all'informativa sulla privacy

Potrebbero interessarti anche: